LA BAMBINA CHE GIOCAVA CON LE MARGHERITE

Un pensiero ricorrente al mio passato è quando da bimba mio padre mi portava ai giardini davanti al cimitero monumentale di Verona per trascorrere assieme qualche ora di relax.

Mentre lui era impegnato con “La settimana Enigmistica”, io mi dilettavo a raccogliere le margherite e poi, una a una, con le mie dita piccine piccine, sui petali altrettanto piccini piccini, facevo il gioco “M’AMA, NON M’AMA!!

Puntualmente finiva sempre con un “NON M’AMA” e quindi passavo con bramosia ai petali della margherita successiva.

Ecco la mia infanzia e adolescenza è stata un po’ così.

Un continuo sfogliare di margherite per capire se

“M’AMA o NON M’AMA.

IL PETALO NASCOSTO

Non sempre tutto è facile nella vita ma la margherita della felicità preserva sempre un petalo nascosto del “M’AMA”…. Solo che non è sempre facile vederlo subito.

La mia infanzia ed adolescenza sono state caratterizzate da momenti bui di bullismo a scuola (e non solo) perché ero grassa, deambulavo con ausili ortopedici e pertanto non potevo partecipare a tutte le attività della mia età (gite, ore di lezione di ginnastica a scuola, giri in bicicletta, feste di compleanno, etc).

Purtroppo, all’età di 11 anni una plurima lussazione di rotula, curata malissimo in sala operatoria, mi portò quasi a perdere totalmente la mobilità del mio ginocchio sinistro e l’infermità forzata per lunghi anni mi provocò un aumento importante di peso e contestuali problemi alla colonna vertebrale.

Più tardi scoprii che negli anni, fu il mio peso e il sentirmi rifiutata, la causa di numerosi limiti mentali, schemi disfunzionali, bisogni emotivi e di riscatto, condizionamenti sia mentali che di movimento fisico (non inginocchiarmi, non correre, non accucciarmi etc).

In questo momento di deficit affettivo, cercavo attenzioni in famiglia, cosa ardua poiché l’ambiente lo sentivo lontano da me per effetto di mia sorella di maggiore che vedevo sempre un passo più avanti di me e la sofferenza di una madre malata terminale, che si è spenta fra le mie braccia quanto avevo solo 19 anni.

LA SCOPERTA DELLA FORZA INTERIORE E DEL MIO SCOPO DI VITA

Ricordo comunque che la forza interiore e la creatività erano già due miei principali talenti.

Sola nella mia cameretta passavo le ore a ritagliare pezzi di carta, raffiguranti una donna stilizzata, che rivestivo con abiti (anch’essi di carta colorata) creati con la mia fervida fantasia e adatti alle circostanze che la mia protagonista di carta viveva, secondo quanto la mia immaginazione in quel momento suggeriva.

Solo ora realizzo che quelle bamboline di carta sono le Donne che voglio aiutare, per indossare il migliore abito che meritano, a seconda delle loro vite.

DA ADOLESCENTE A DONNA IN CARRIERA

Con il matrimonio di mia sorella e la morte di mia madre, mi ritrovai presto sola in casa, con un padre silenzioso e rifugiato nella sua sofferenza per aver perso una parte importante di se’, sua moglie.

Oramai le scuole dell’obbligo erano state finite (con ottimi voti) e la scelta del mio futuro era nelle sole mie mani.

Mani di una ragazza che portava in sé tanta voglia di riscatto nei confronti di un mondo che fino a quel momento le aveva negato l’amore, le attenzioni, il piacere di sentirsi bella, la gioia di avere una vita sociale. Bensì solo studio e tanta solitudine.

Tutti i passi che feci da allora in poi furono caratterizzati da una grande determinazione e voglia di vincere.

FINALMENTE INIZIAI A VINCERE

Inizia col dimagrire quasi 28 kg! Il fisico si trasformò da coccinella (lenta e grassa) a libellula (sottile e leggiadra).

Studiai all’estero, mi impegnai moltissimo nella mia carriera professionale in continua ascesa, fino a ricoprire ruoli strategici con compiti anche dirigenziali in grandi realtà multinazionali.

In quel periodo ricordo che mi sentivo spesso come fossi sulle montagne russe.

Le emozioni dei risultati raggiunti mi portavano alle stelle.

Ma nello stesso tempo sentivo a volte un profondo senso di vuoto che non comprendevo.

Oggi ne ho riconosciuto il significato e il messaggio.

In quel periodo, la mia determinazione, la mia concentrazione, la mia voglia di emergere era a mille.

Dopo aver ricoperto ruoli significativi nell’area Credito/Finanza di Società Leader, decisi di creare un’attività tutta mia e aprii una Società di Consulenza Credito e Business Coaching (che ho tuttora, gestita però diversamente) con ben 2 sedi in Italia e circa 40 persone fra dipendenti e collaboratori.


Fu il culmine della mia gratificazione e soddisfazione professionale, ma anche personale.

Parallelamente avevo messo al mondo una meravigliosa Principessa (il nome “d’arte” che le diedi al momento del parto) e avevo costruito una famiglia secondo tutti gli schemi della pubblicità di una nota marca di biscotti.

DA IMPRENDITRICE A COACH

Il salto lo feci quando oramai raggiunti tutti i traguardi che mi ero data o che avevo manipolatoriamente ricevuto dalla società (bella casa, bella auto, bella famiglia etc etc) il vuoto in me aveva raggiunto soglie elevatissime e la sensazione di essere in una gabbia (seppur dorata) mi faceva stare malissimo.

Ricordo che spesso nei momenti di relax, magari su di un morbido lettino in qualche isola caraibica, ad occhi chiusi, la mia mente andava all’immagine di una leonessa con ferite che sanguinavano, rinchiusa dentro in una gabbia, che respirava faticosamente.

Ti sembrerà incredibile come e quanto il nostro inconscio riesca a trasmetterci ciò che non vogliamo vedere.


NB: Solo poi imparai come il potere dell’immaginazione possa cambiare la realtà vissuta, presente e futura.

LA LEONESSA IN GABBIA

Ricordo che nell’immagine a occhi aperti, la leonessa leccava le ferite fino a guarirle, ma la gabbia restava sempre chiusa….

Eh già… infatti ero diventata brava a smettere di sanguinare emotivamente, tuttavia il risultato e la causa delle ferite era sempre lì: la gabbia.

Iniziai a leggermi dentro grazie a Louise Hay e a vedere realmente la finta reggia di Versailles in cui mi ero chiusa.

Dapprima i suoi numerosi libri e successivamente la formazione per diventare insegnante del suo metodo, che ha salvato milioni di persone nel mondo, mi aprirono la porta al meraviglioso mondo in cui vivo ora.

Da lì infatti la strada andò in un’unica direzione.

LA LIBERTA’ DELLA CRESCITA PERSONALE E DEI PERCORSI MULTIDISCIPLINARI

Crescita personale, formazione in coaching, in neurosemantica, in neuroscienze, in ipnosi e altre numerose altre discipline rivolte allo sviluppo del Se’ e alla trasformazione personale.

Giorno dopo giorno arrivai alla consapevolezza che tutti i limiti, gli schemi disfunzionali, i condizionamenti negativi, la voglia di riscatto, i bisogni affettivi etc non derivavano solo dagli altri (società, marito, conoscenti, colleghi figlia etc), bensì anche dalla triste e buia adolescenza e probabilmente da un’infanzia di cui ricordo solo le margherite (mia realtà soggettiva: nessuno mi ama) e le bamboline di carta (mondo in cui mi rifugiavo).

DA COACH IN FORMAZIONE A MASTER


Master è una parola che definisce colui che passa dalla mente ai muscoli la propria formazione.

Ciò che studiai con passione e grande slancio lo applicai nella mia vita personale, passo dopo passo, cadendo e rialzandomi in continuazione, superando enormi sfide di salute, professionali e in famiglia.

Cambiai totalmente la mia realtà soggettiva, in psicologia definita realtà interna.

Da Vittima di un sistema e di un passato a CREAtrice di una nuova vita, fatta su misura a CHI SONO IO VERAMENTE, a COSA è VERAMENTE IMPORTANTE PER ME.

I miei valori definirono in ogni mio ambito di vita (relazione, salute, lavoro, spiritualità) il mio pensare, il mio agire, il mio sentire.
Iniziarono a divenire il mio faro guida che dirigeva le mie singole scelte quotidiane, arricchiva il mio intuito, e soprattutto illuminava la mia immensa Anima da cui trassi ogni sostentamento e forza.

E’ in questo periodo che scelsi di vivere in un ambiente la cui energia mi appartiene, in cui mi sento totalmente affine e in cui posso essere libera di esprimere me stessa.

LA FORMAZIONE POLIVALENTE

Ho una formazione multidisciplinare e polivalente, così come il diamante ha diverse sfaccettature e così come il suo carattere poliedrico.

Sono Master Programmazione Neuroliguistica, Master Neurosemantica, Ipnosi conversazionale, Mindfulness, Sofrologia, Tecniche di Respiro e rilassamento, Training Autogeno, Reiki, Insegnante certificata Louise Hay, Facilitatrice TUAV.

Questa pluri-formazione mi permette di entrare maggiormente in sintonia con te, poiché ho una visione allargata a tutto il Sistema Mente, Corpo e Anima della Persona.

IL COVID HA FATTO BRILLARE IL DIAMANTE

Quando oramai pensavo di aver raggiunto la meta (la fine della mia Time line), la vita mi riservò un’altra grande sfida: il Covid.

Detto fatto mi ritrovai in una stanza di ospedale, sola con me stessa e le macchine che monitoravano le mie giornate.

Fu un’esperienza illuminante, che vissi con una serenità interiore di cui mai avrei potuto immaginare.

La mia bambina interiore e il mio Dio ebbero finalmente voce totale, immensa, forte.

Io non ero arrivata fino a lì per piangere, per soffrire, per morire.

Ero arrivata lì per guardarmi allo specchio e non più solo dentro e fuori.
Per vedere quanto avevo creato, distrutto e ricreato nella mia vita.

Per comprendere che tutte le mie risorse (interne ed acquisite) mi avevano permessa a far nascere il Diamante che è in me e a farlo brillare.

Ora so che ognuna di noi può dare a vita al proprio Diamante e a farlo brillare di una luce così forte che può aiutare anche gli altri.

E OGGI...

Con grande passione e professionalità aiuto tutte le Donne che:

  • Vogliono capire cosa “fare da grande”
  • Sanno che non stanno cogliendo l’opportunità
  • Sanno di non avere gli strumenti giusti per fare “il salto di qualità”
  • Si sentono in stallo, incastrate nel suo passato e presente
  • Si vedono ad un bivio, devono prendere una decisione
  • Sentono di non essere allineate con se’ stesse, con i proprio valori
  • Vogliono diventare o ritornare a essere integre emotivamente e mentalmente
  • Percepiscono che non vivono la vita che vorrebbero
  • Vogliono arrivare a credere in se’ stesse al 100%
  • Sanno di essere delle Donne in gamba e vogliono crescere
  • Sanno che lo erano e ora hanno perso il proprio centro e le emozioni purtroppo stanno giocando a loro sfavore
  • Necessitano di scoprire i propri talenti, avere metodo per essere proattive
  • Vogliono raggiungere l’abilità di essere imprenditrici di se’ stesse sempre, e non solo nel lavoro ma anche nella vita privata
  • Vogliono migliorare la loro comunicazione per avere relazioni (tutte) di soddisfazione ed solide
  • Sono al momento bloccate ma vogliono trasformarsi
  • Hanno miliardi di cose da fare e necessitano di ritrovare il focus
  • Hanno il profondo desiderio di ritornare ad essere integre e capire cosa vogliono veramente
  • Sono in un momento temporaneo per la fine di relazione (di coppia, familiare, lavoro etc) e necessitano di ritrovare i loro punti fermi
  • Sono spaventate dal momento attuale e non sanno come fare
  • Sanno di meritarsi un regalo e scelgono di fare un cammino con me, per fare un lavoro su se stesse

Vuoi anche tu essere LIBERA di fiorire,
sentirti energetica, tenace nelle azioni,
INDIPENDENTE e SICURA della tua direzione?