Essere madre o donna in carriera? I consigli da evitare

Eccoti giunta al famigerato e temutissimo bivio!!

È tempo di scegliere....

Mammina premurosa, intenta a cambiare pannolini e documentare la crescita della propria creaturina con centinaia di scatti da inviare alle amiche. Capelli sfatti e tuta da casa.

Oppure ....

Donna indipendente in carriera, concentrata solo sul lavoro. Sempre curata e in tailleur, ma insensibile, priva di empatia e senza una vita affettiva stabile. Quindi sola.

…sul serio?! Siamo alle solite.

Il disegno preconfezionato della società che vuole le donne incastrate in un ruolo o nell’altro.

L’apparente libertà di scelta che ti porta invece a seguire le regole di qualcun altro (e poi: di chi?), come se la tua personalità non avesse diritto di mostrarsi per quello che è. Ebbene: se sei qui, significa che anche tu, come me, pretendi di più dalla tua vita.

Essere madre o donna in carriera? Prima di farti dire cosa fare, comincia col tagliar fuori i consigli da evitare.

È un po’ come quando vai dal parrucchiere. Non per la solita spuntatina, ma perché vuoi rivoluzionare il tuo look e tirare fuori il meglio di te. Entra la vecchia me, esce la nuova me! Come succede tutte le volte che qualcuno prova a uscire dai binari dell’ordinario, ecco però arrivare le voci del popolo. Le amiche che “Non fare pazzie!”. La madre o la suocera che “Dopo te ne penti!”. Le colleghe che “Poi come andrai in giro?”. L’errore peggiore che puoi fare è portare con te tutte queste voci che ti vogliono “ordinata”. Entra nel salone e… fai scatenare il parrucchiere!! Senza seguire i noiosi stereotipi della compagnia femminile che ti circonda: lasciati scompigliare e tira fuori il massimo dalla tua personalità.

Figli o lavoro? Perché scegliere?

Scegliere se essere madre o se fare la donna in carriera è un po’ la stessa cosa. Vuoi seguire il tuo istinto, esprimere chi sei a 360 gradi, non avere rimpianti? Lascia fuori le voci degli altri e fa’ ciò che devi! Perché sì: è possibile avere dei figli e crescere una famiglia amorevole e, allo stesso tempo, essere economicamente indipendenti e professionalmente realizzate. Non serve avere i superpoteri. Serve, però, liberarsi della credenza comune e ormai puntualmente smentita da tantissimi esempi di donne, che la carriera limiti la famiglia. I tuoi talenti e le tue ambizioni non hanno per forza bisogno di rimanere chiusi in ufficio 10 ore al giorno per esprimersi. Viviamo in un’epoca complessa e piena di contraddizioni. Ma se c’è un lato positivo del progresso che ci circonda è proprio la possibilità di esprimerci anche attraverso la tecnologia. Perché sprecare quest’occasione così preziosa?

Se non ti piacciono le risposte che senti… dattene tu stessa delle altre!

Una connessione internet e un PC sono la tua porta sul mondo. Tutto sta nel comprenderne il potenziale, e credere ancora che lo smartphone serva solo per sbirciare la vita privata degli altri significa perdersi tutto il bello della tecnologia. Lasciati, invece, ispirare dalle storie di tantissime donne che hanno costruito la propria carriera lavorando da casa. Poniti le domande giuste e preparati a trovare le tue risposte. -        Senti il bisogno di esprimerti al 100%, senza privarti di nulla, crescendo ed emancipandoti? Bene: non devi far altro che seguire la tua motivazione. Spegni le voci che ti dicono che è impossibile essere madre e avere una carriera e tieni accesa la mente. -        Pensi di non avere le competenze giuste? Nessuno nasce preparato per il mondo del lavoro. Si nasce, però, con la determinazione e la volontà di crescere. Trova l’insegnante giusto per te, impara da chi è già passato sul tuo stesso percorso e ha deciso di prendere in mano la sua vita. Internet è pieno di corsi di marketing, di management, di imprenditoria per freelancer. Non ci sono scuse per chi non vuole investire nella propria formazione: la scelta è tutta tua. -        Non vuoi (o non puoi) passare la giornata fuori di casa perché devi occuparti della tua famiglia? Questo non giustifica l’abbandono delle proprie passioni: essere madre significa dare la vita, non rinunciare alla propria. Lavora, invece, per sviluppare un tuo percorso professionale sfruttando l’occasione di lavorare da casa. Basterà affacciarti nel variegato e ricchissimo mondo del digitale per scoprire che esistono centinaia di possibilità per chi ha talento da vendere (letteralmente!).

Competenze trasversali: sai di averle?

A proposito di formazione. Oltre alle preziosissime risorse disponibili in rete che ti consiglio di sfruttare, forse non sai che alcune delle famose “competenze richieste dal mercato del lavoro” potresti già averle.

Sto parlando delle competenze trasversali.

Si tratta in parte di doti naturali e di predisposizioni che hai per tuo carattere. In parte, di abilità e qualità che, nel bene o nel male, hai dovuto sviluppare, affrontando una situazione complicata o diventando madre.

Te ne elenco 3, ma seguendo quest’onda di pensiero puoi sbizzarrirti e divertirti a scoprire tutti i punti a tuo favore!

  1. La capacità relazionale, fondamentale in un mondo che vive di rapporti, connessioni, collegamenti. Questo significa, ad esempio, sfruttare la propria empatia per mettere le tue qualità a servizio degli altri. Ma significa anche riuscire a “fare rete”, entrando a far parte di una community pronta a dare il tuo contributo e riceverne indietro spunti e occasioni. Non aver paura di entrare in contatto con altre donne che hanno scelto la via dell’indipendenza: non hai che da imparare!
  2. Motivazione personale. Molte donne hanno “scelto” la carriera perché si sono ritrovate perse in un meccanismo votato solo ed esclusivamente all’indipendenza economica. Pensi che con questo spirito sia possibile scalare le vette del posizionamento professionale? Tu, invece, avrai una marcia in più, data proprio dalla tua maternità. Se hai preso la strada più “difficile”, è perché senti che è anche l’unica che ti permetterà di emanciparti come persona.

  3. Voglia di mettersi in discussione. Anche in questo caso, andare contro le voci che per una vita intera ti hanno detto di non farlo, sarà un punto di forza nel tuo curriculum. L’importante è non perdere mai la lucidità che ti permette di metterti in discussione. Di riconoscere i tuoi limiti, per capire come superarli. Di seguire i consiglieri che ti motivano e di lasciare indietro quelli che ti incatenano. Vedi? La maternità è, in questo senso, una spinta in più per il tuo curriculum. Un’esperienza che ti ha resa più forte e preparata per nuove sfide. Altro che un ostacolo alla tua carriera!

Vedi? La maternità è, in questo senso, una spinta in più per il tuo curriculum.

Un’esperienza che ti ha resa più forte e preparata per nuove sfide. Altro che un ostacolo alla tua carriera!

Ci avevi mai pensato?


Francesca Camboni

Coach certificata, Master in coaching neurosemantico, Pratictioner e Master Pratictioner NLP, Master in Ipnosi applicata, certificata in Tecniche di Respiro, Training Autogeno e Reiki, certificata anche come Insegnante Louise Hay, Formatrice TUAV e insegnante di Sofrologia.

Aiuta le Donne nella vita privata e professionale a raggiungere risultati concreti, grazie all’implementazione di abitudini di successo per essere CONSAPEVOLMENTE libera e INDIPENDENTE Emotivamente, Energeticamente e Economicamente.

Vuoi sentirti LIBERA e creare nuove abitudini potenzianti?

Entra nel gruppo "Donne alla ricerca di cambiamenti nella vita e/o nel lavoro" e ricevi la guida GRATUITA "5 facili step per iniziare ad ottenere cambiamenti veloci".

Argomenti del blog

Leggi anche questi

Benessere di una donna e le cinque buone abitudini che forse non conosci

Donne italiane che hanno fatto la storia

Sei una donna ambiziosa?
Ecco 5 suggerimenti per te