È possibile innamorarsi di nuovo dopo i 50 anni?

Oggi voglio lasciarti qualche riflessione su un argomento che per alcune donne è ormai ben accettato e digerito, per altre, purtroppo, è ancora un tabù. Innamorarsi dopo i 50 anni: è possibile? Ogni volta che una donna mi pone questa domanda, smontare il pregiudizio è facile. Mi basta chiedere loro: e perché no? Le motivazioni di queste donne cadono una ad una, smascherate per quello che sono: il frutto di una credenza negativa radicata nella società.

A 50 anni non si ha più voglia di rimettersi in gioco…

E se una donna si sentisse invece ancora pronta per una nuova avventura? Se la voglia di rimettersi in gioco dipendesse dalla nostra energia interiore, e non dalla nostra età?

Dopo i 50 anni è impossibile innamorarsi davvero. Al massimo si trova qualcuno per farsi compagnia.

Posto che non ci sarebbe nulla di male nel desiderare la compagnia di un uomo, mi chiedo anche: perché, se incontri la persona giusta, non dovresti coinvolgere anche le tue emozioni? Vanno forse in pensione i nostri sentimenti?

A 50 anni ormai ne hai vissute troppe, sei disillusa!

La vita di moltissime donne – per dire la verità, la stragrande maggioranza di quelle che conosco – a 50 anni è ancora nel pieno della sua espressione. Qualcuna sta crescendo e coltivando la sua famiglia. Qualcun’altra è presa dalla propria carriera in corsa. Altre ancora approfittano di una posizione economica favorevole per viaggiare ed esplorare il mondo. Se la nostra vita va avanti, è perché c’è un’energia a muoverla, compresa quella emotiva che molte cercano di mettere a tacere.

Del resto, il punto è proprio questo: cercare una nuova felicità. E per questo non esiste nessun tempo limite.

Cosa significa avere 50 anni?

Basta guardarsi intorno per capire come l’allungamento della vita non sia un semplice rilevamento anagrafico. Le abitudini sociali, professionali e private delle persone sono cambiate di conseguenza, e non possono più essere paragonate agli standard di qualche decennio fa. Oggi una donna di 50 anni è in grado di reinventarsi, conoscere nuove persone, muoversi e rimettersi in discussione.

Il tutto, certamente, con una maturità e un approccio alla vita diverso da quello vissuto nella propria adolescenza. Non per questo, però, si ha meno diritto alla felicità e alla libera espressione della propria persona. Si tratta di capire che a fasi diverse corrispondono abitudini diverse. Quello che però ci caratterizza, i nostri sogni e le nostre paure, rimane il perno di tutto. Cambiando nella forma ma non nella sostanza.

Anche per questo credo che dovremmo tutte imparare a ispirarci dal mondo che ci circonda. Qualche tempo fa, ricordo di aver letto un fatto di cronaca curioso. Un uomo di 96 anni aveva appena conseguito una laurea in Storia e Filosofia. Questa storia mi ha fatto riflettere a lungo e mi ha richiamato in qualche modo al “problema” che molte donne si trovano ad affrontare dopo i 50 anni.

È evidente che quest’uomo non si è iscritto a un corso di laurea per entrare nel mondo del lavoro, come invece farebbe un 20enne. Lo ha fatto perché la passione per lo studio e la curiosità hanno prevalso su qualsiasi pregiudizio utilitaristico. Il famoso A cosa serve? Dunque, a cosa serve innamorarsi dopo i 50 anni? Certo non a rivivere l’emozione del primo appuntamento a 16 anni. Sicuramente, però, servirebbe a risvegliare la propria coscienza e a rimettere in gioco le proprie emozioni, confrontandosi con un’altra persona. Detto in altre parole: innamorarsi serve per sentirti viva.

Innamorarsi senza età

È così che le diverse esperienze che ciascuna affronta nella sua vita plasmano i suoi bisogni e i suoi desideri. Nessuna si sente sbagliata se, dopo una serie di delusioni amorose e dopo i 50 anni, non vuole intraprendere una nuova relazione. Allo stesso modo, però, nessuna donna dopo i 50 anni dovrebbe sentirsi in colpa per provare ancora delle emozioni e per cercare una realizzazione anche in una dimensione di coppia.

Quando sentiamo dire che l’amore non ha età significa esattamente questo. Il desiderio di qualcosa che ci fa bene non può essere limitato a una fascia anagrafica, poiché risponde a istinti e domande del nostro profondo. Domande che, se rimarranno inascoltate, lasceranno un vuoto difficile da colmare con altri diversivi.

È per questo motivo che sempre più spesso vediamo coppie con differenze di età “fuori dalla norma” funzionare benissimo. Questo accade quando due persone non hanno bisogno di appartenere alla stessa generazione per condividere un sentimento puro e per voler affrontare insieme la ricerca della felicità. Le donne con un partner più giovane sono viste male solo da chi quel sentimento di condivisione ha ormai rinunciato a cercarlo. Oppure, ne ha dimenticato il senso più vero.

Innamorarsi a 50 anni: farfalle o compagnia?

Alle donne che hanno paura di innamorarsi dopo i 50 anni voglio anche ricordare una verità tanto scomoda quanto bellissima: al cuor non si comanda. Quando l’incontro con un’altra persona risveglia in noi l’emozione di un batticuore, il desiderio di vicinanza, la voglia di aprirsi, è difficile resistere. Puoi negare all’esterno le tue sensazioni, ma ciò che provi ti batte dentro, come una nuova linfa che riaccende luci che non pensavi più di avere.

Qualche cinico dirà che l’amore non è altro che chimica. Certamente un’affinità impalpabile lega le persone innamorate, e possiamo spiegare questa attrazione anche grazie al risvegliarsi dei nostri sensi. Eppure, non trovi che questo sia un vero e proprio dono? Proprio quando pensavi che la tua vita fosse destinata alle tonalità del grigio e del nero, ecco arrivare una secchiata di colore. Molte donne ritrovano in un nuovo partner anche un rinnovato amore per se stesse. La cura del proprio aspetto e l’ascolto delle proprie emozioni sono gli effetti collaterali forse più preziosi dell’amore che, nella condivisione, ti insegna il rispetto per la tua felicità.

Non rifiutare l’amore dopo i 50 anni per il pregiudizio degli altri: questa è la personalissima storia della tua realizzazione, e nessuno sa meglio di te di cosa hai bisogno. Non rifiutare l’amore dopo i 50 anni per paura: dovrebbe spaventarti di più il rimanere senza fonti di calore. Infine, non rifiutare l’amore dopo i 50 anni perché pensi che non ne valga la pena: sentirti viva è il regalo più bello che tu possa farti.


Francesca Camboni

Coach certificata, Master in coaching neurosemantico, Pratictioner e Master Pratictioner NLP, Master in Ipnosi applicata, certificata in Tecniche di Respiro, Training Autogeno e Reiki, certificata anche come Insegnante Louise Hay, Formatrice TUAV e insegnante di Sofrologia.

Aiuta le Donne nella vita privata e professionale a raggiungere risultati concreti, grazie all’implementazione di abitudini di successo per essere CONSAPEVOLMENTE libera e INDIPENDENTE Emotivamente, Energeticamente e Economicamente.

Vuoi sentirti LIBERA e creare nuove abitudini potenzianti?

Entra nel gruppo "Donne alla ricerca di cambiamenti nella vita e/o nel lavoro" e ricevi la guida GRATUITA "5 facili step per iniziare ad ottenere cambiamenti veloci".

Argomenti del blog

Leggi anche questi

Benessere di una donna e le cinque buone abitudini che forse non conosci

Donne italiane che hanno fatto la storia

Sei una donna ambiziosa?
Ecco 5 suggerimenti per te